Il porto di Monopoli è difeso dagli imperiosi venti del quadrante nord-ovest dal molo di Tramontana, lungo 600 metri, e a sud dal molo Margherita. I due bracci di mare racchiudono un’area di 59.000 mq. Attraversando l’imboccatura di accesso, lunga 200 metri, si ammira il torreggiante castello di Carlo V e, a sinistra, il Porto vecchio punteggiato di gozzi, piccole imbarcazioni a remi impiegate per la pesca sotto costa. Un trionfo di archi ogivali signoreggia sul loggiato neogotico del settecentesco palazzo Martinelli. Seguendo la navigazione del bacino portuale s’incoccia la Banchina Solfatara nell’andirivieni dei motopescherecci ivi ancorati. Ancora oltre è sita Cala Batteria, che riceve il nome dalla sua funzione cinquecentesca di postazione dell’artiglieria pesante, collocata appunto in batteria; superata la Punta del Tonno si entra in Cala Fontanelle, dove le imbarcazioni da diporto sono dolcemente cullate dal mare. Infine, dopo le Punte del Trave e dei Cani, si apre la piccola Cala Curatori, che ancora reca tracce della tradizionale laboriosità dei cantieri navali della città.

Contenuti correlati