Della “città Bianca” si riconosce il profilo dalla costa guardando verso la collina. Il borgo e il centro medievale arroccati sugli ultimi rilievi della Murgia fanno del suo centro storico un gioiello a poca distanza dal mare apprezzato da visitatori da tutto il mondo. La sua marina, lunga e diversificata con spiagge e scogliere è da decenni capitale di un turismo vivace con un’offerta varia e in continua crescita. Il centro storico riserva la sorpresa di scorci suggestivi: sulla sommità la cattedrale con il rosone e il campanile, i palazzi signorili, le chiese e le abitazioni tradizionali nel quartiere “Terra” fatte in pietra e calce bianca. Quasi ad anello la circonda una serie di torri e le mura che anticamente la proteggevano in caso di pericolo e, appena fuori le mura la città coltivava orti periurbani di cui ancora oggi si possono vedere alcune tracce.

A poca distanza dall’abitato importanti rinvenimenti archeologici raccontano di insediamenti antichissimi nel Parco archeologico e naturalistico di Santa Maria D’Agnano tra cui la Donna di Ostuni rinvenuta in una sepoltura con in grembo il figlio che stava per partorire 28.000 anni fa. Il ritrovamento è visibile nel Museo di civiltà preclassiche della Murgia meridionale

 

 

Contenuti correlati