La Cattedrale dedicata a San Lorenzo in Maiorano, vescovo di Siponto (488­-545) di cui ne custodisce ancora oggi le sacre reliquie. La chiesta è stata realizzata su disegno di un architetto francese in stile gotico.
Edificata nel XIV secolo, fu rasa al suolo a seguito del Sacco dei Turchi durante il quale andò distrutto anche il corpo di San Lorenzo qui custodito ad eccezione del braccio destro, oggi collocato in un’urna sotto l’altare maggiore. La chiesa fu lentamente ricostruita, con l’aggiunta di elementi come il campanile (1677) e il completamento della facciata. La cattedrale custodisce tre pregevoli gioielli dell’arte medioevale: l’icona della Madonna di Siponto (festeggiata ogni anno con una processione il 31 agosto) e la statua lignea della stessa, provenienti dalla Basilica di Siponto, e il crocifisso ligneo del sec. XIII, proveniente dalla chiesa di San Leonardo.

Contenuti correlati