Di fronte al teatro si trova una delle dimore storiche più interessanti della città il palazzo Granafei Nervegna. Nella sua parte più antica risale al ‘500 e prende il nome da due famiglie che lo hanno posseduto. Oggi ospita le sale di rappresentanza del Comune. Nell’edificio adiacente, sede in passato della Corte d’Assise è allestita la sala che custodisce l’enorme capitello in marmo bianco che per secoli ha svettato sulla colonna romana. L’esposizione illustra anche la storia del monumento e le fasi di smontaggio e del restauro concluso nel 2008.

Contenuti correlati